Top

Variante Omicron del Covid: ecco quali sono i sintomi più comuni nei bambini

Vengono coinvolte soprattutto le vie respiratorie alte, quindi a livello laringeo. I bambini si presentano soprattutto con naso che cola, laringite, mal di gola e febbricola. Talvolta invece anche questi sintomi sono seguiti da febbre e tosse importante

Variante Omicron del Covid: ecco quali sono i sintomi più comuni nei bambini
Medici in ospedale

globalist

27 Gennaio 2022 - 19.18


Preroll

La nuova frontiera del Covid riguarda i bambini.

OutStream Desktop
Top right Mobile

La variante Omicron, con la sua altissima contagiosità, ha portato a un aumento dei casi da coronavirus tra i bambini. 

Middle placement Mobile

Quali sono i sintomi più comuni della variante Omicron nei bambini? “Vengono coinvolte soprattutto le vie respiratorie alte, quindi a livello laringeo. I bambini si presentano soprattutto con naso che cola, laringite, mal di gola e febbricola. Talvolta invece anche questi sintomi sono seguiti da febbre e tosse importante”, ha detto la pediatra Annamaria Staiano.

Dynamic 1

Oltre a quelli sopracitati, si possono registrare anche perdita di gusto e olfatto, alterazioni della pelle, mal di gola, sintomi gastrointestinali, brividi, dolori muscolari, stanchezza e mal di testa.

Dynamic 2

Sebbene i sintomi sembrino essere generalmente lievi, “non possiamo accettare l’affermazione che il Covid non sia caratterizzato da manifestazioni cliniche severe in età pediatrica”, ha aggiunto la dottoressa Staiano.

La malattia può essere seguita da complicanze quali la Mis-C, o Sindrome infiammatoria multi sistemica e il Long Covid”, ha spiegato la dottoressa Staiano.

Dynamic 3

Ma la variante Omicron è più aggressiva nei confronti dei bambini? Sembra di no: “Si trasmette molto più facilmente e dunque si diffonde, in particolare, tra coloro che non sono vaccinati, quindi nella fascia di popolazione pediatrica. E aumentando il numero di bambini infetti, aumenta anche la quota di quelli che finiscono in terapia intensiva”, ha detto Guido Castelli Gattinara della Sip.

Per questo è fondamentale vaccinare i bambini sopra i 5 anni, età a partire dalla quale sono disponibili i sieri anti Covid-19: “Pur avendo manifestazioni cliniche meno gravi di adulti e anziani, anche in questa fascia d’età ci sono bambini che sono stati ospedalizzati”, ha aggiunto Castelli Gattinara.

Dynamic 4
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage