Top

Quagliariello: "Berlusconi al Quirinale sarebbe la fine della costruzione di un grande partito liberale"

Il parlamentare tra i fondatori al fianco di Giovanni Toti di Coraggio Italia: "L'Italia è a un bivio. Potrebbe prendere lo slancio e fare il salto a cui puntiamo tutti. Oppure come dire..."

Quagliariello: "Berlusconi al Quirinale sarebbe la fine della costruzione di un grande partito liberale"
Gaetano Quagliariello

globalist

16 Gennaio 2022 - 11.15


Preroll

Berlusconi al Quirinale? Anche no. Perfino lo schieramento di destra ha capito che sarebbe una catastrofe.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Siamo consapevoli che la candidatura di Berlusconi rischia di rallentare, o addirittura di vanificare, la costruzione di un grande partito liberale europeo, l’obiettivo a cui teniamo e che per noi va anche oltre il Quirinale. Però attendiamo correttamente la verifica della coalizione cui apparteniamo”. 

Middle placement Mobile

Lo ha detto, in un’intervista a Repubblica, Gaetano Quagliariello, tra i fondatori al fianco di Giovanni Toti di Coraggio Italia.

Dynamic 1

Il senatore si dice d’accordo sull’appello del leader Pd Letta per un patto di legislatura per il Paese e per un atto di tutela per Mario Draghi. “L’Italia è a un bivio – ha sottolineato – Potrebbe prendere lo slancio e fare il salto a cui puntiamo tutti. Oppure come dire…”. 

“C’è il rischio di cancellare un percorso importante – ha proseguito – Alcuni di noi, anche dal punto di vista personale, hanno rinunciato a lusinghe e a offerte politiche che miravano a fare andare avanti il Conte II. Ma il nostro guardare avanti è stata la premessa per far partire la stagione Draghi. Ecco perché siamo interessati a preservare il patto di legislatura e la figura del premier”.

Dynamic 2

Se siete i più tiepidi, o più lucidi, sulle ambizioni di Berlusconi, perché non essere chiari? “Direi che siamo i più leali – ha risposto Quagliariello – Abbiamo detto al presidente di Fi quello che tutti vedono: siamo in un Parlamento ‘liquido’. È molto difficile oggi che uno dei due schieramenti ce la faccia da solo. Berlusconi credo lo sappia bene. Ma non saremo certo noi a cancellare questa opzione”.

Mattarella al bis o Draghi al Quirinale? “Il mio non è un auspicio, ma una previsione. Tenuto conto della fermezza con cui Mattarella ha più volte opposto il suo legittimo diniego, nel caso, è più probabile che si possa andare su Draghi”, ha concluso.

Dynamic 3
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage