Top

Oltre 36mila casi in 24 ore, e altre 146 vittime; aumentano anche i ricoveri

Sono 402.729 gli attualmente positivi, 18.585 in più rispetto a ieri. Dall'inizio della pandemia i casi totali sono 5.472.469 mentre le vittime sono 136.077. I dimessi e i guariti sono invece 4.933.663 , con un incremento di 17.595 rispetto a ieri.

Oltre 36mila casi in 24 ore, e altre 146 vittime; aumentano anche i ricoveri
Covid

globalist

22 Dicembre 2021 - 16.23


Preroll

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati in Italia 36.293 casi di Covid-19, e 146 vittime.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Sono 402.729 gli attualmente positivi, 18.585 in più rispetto a ieri. Dall’inizio della pandemia i casi totali sono 5.472.469 mentre le vittime sono 136.077. I dimessi e i guariti sono invece 4.933.663 , con un incremento di 17.595 rispetto a ieri.

Middle placement Mobile

Effettuati 779.303 tamponi molecolari e antigenici. Ieri erano stati 851.865. Il tasso di positività è al 4,6%, in aumento rispetto al 3,6% di ieri. Sono 1.010 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 2 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 92. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 8.544, ovvero 163 in più rispetto a ieri.

Dynamic 1

Il Covid galoppa anche in Italia con i numeri dei contagi che non si registravano esattamente da un anno a questa parte. Ma la situazione, sempre rispetto allo scorso anno, è molto diversa per quanto riguarda ricoveri e terapie intensive. Anche se ora, lentamente, anche questi due fattori sono fonte di preoccupazione.

In una settimana la crescita nei reparti intensivi del pazienti Covid è stata del 5%. Nelle rianimazioni continuano ad essere estremamente diverse le proporzioni fra vaccinati e non: i no vax sono circa il 70% del totale dei pazienti in e sono più nettamente giovani.

Dynamic 2

Anche il range di età nei due gruppi è diverso: il più giovane no vax finito in terapia intensiva ha 21 anni, il più anziano 89, mentre fra i vaccinati il più piccolo ha 37 anni. Tra i vaccinati l’88% ha completato il ciclo vaccinale con 2 dosi da oltre 4 mesi e non ha eseguito la dose booster raccomandata.

È quanto emerge dal report degli ospedali sentinella della Federazione italiana Aziende sanitarie e ospedaliere (Fiaso), la cui rilevazione, effettuata in data 21 dicembre, riguarda in tutto 21 strutture sanitarie ospedaliere.

Dynamic 3
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage