Top

A Venezia 71 tanti applausi per La Trattativa di Sabina Guzzanti

Il film, in cui la comica riveste i panni di Silvio Berlusconi, è stato presentato nella selezione ufficiale fuori concorso, accolto con risate e applausi dalla stampa.

A Venezia 71 tanti applausi per La Trattativa di Sabina Guzzanti

Desk2

3 Settembre 2014 - 23.27


Preroll

Un lungo applauso ha concluso la prima proiezione, quella per la stampa del film di Sabina Guzzanti “La trattativa”, che sarà presentato alla 71esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, nella selezione ufficiale però fuori concorso. La regista, attrice e comica ha rivestito di nuovo i panni di Silvio Berlusconi, suscitando qualche fragorosa risata, durante l’anteprima dedicata ai giornalisti. Nel film, la Guzzanti ha ricostruito la vicenda nota come trattativa Stato-mafia, nei suoi risvolti di cronaca, politici e giudiziari, ispirandosi al modello del cortometraggio di Elio Petri “Tre ipotesi sulla morte di Giuseppe Pinelli” (1971).

OutStream Desktop
Top right Mobile

In concorso, invece, saranno presentati al Lido “Le dernier coup de marteau” della regista francese Alix Delaporte, con Romain Paul, Clotilde Hesme, Grégory Gadebois, Candela Pena e Tristan Ulloa, nel quale un ragazzo, che vive con la madre in una comunità della Camargue, ritrova inaspettatamente il padre mai conosciuto, e “Sivas”, primo lungometraggio di finzione del regista turco Kaan Mujdec, con Dogan Dogan Izci, Ezgi Ergin, Hasan Ozdemir e Furkan Uyar, ambientato in un villaggio in Anatolia e racconta delle organizzazioni che vivono sfruttando il combattimento tra i cani.

Middle placement Mobile

Tornerà infine al Lido, nella sezione Venezia Classici – Restauri, “La Cina è vicina” di Marco Bellocchio. Il film che incantò la Mostra del Cinema nel 1967, vincendo il Premio Speciale della Giuria, sarà proposto in una nuova versione restaurata da Sony Pictures Entertainment e Cineteca di Bologna.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage