Marocco: in poco meno di due anni smantellate 48 cellule terroristiche islamiche

Il Ministero dell'Interno ha contato 1699 marocchini andati in Medio Orienta a fare la jihad. "13 miliziani dell'Isis pronti a tornare in patria

Miliziani dell'Isis

Miliziani dell'Isis

globalist 14 novembre 2017

In quasi due anni la polizia e la magistratura marocchine hanno smantellato 48 cellule terroristiche di matrice islamica. E lo Stato è pronto a fronteggiare qualsiasi evenzienza quando, come accertato dall'intelligence del Regno, dovessero tornare 213 che hanno combattuto nelle file dell'Isis e che vengono segnalati come pronti a raggiungere il Marocco. 
In totale, ha detto in commissione il ministro dell'Interno Abdelouafi Laftit, 1669 marocchini si sono arruolati nelle formazioni jihadiste armate che agiscono in Medio Oriente. Più in particolare, 929 sono quelli che risultano essere andati a combattere, sui teatri di guerra iracheno e siriano, nelle milizie del Califfato.
In questo totale ci sono anche 293 marocchine che si sono unite all'Isis, portandosi dietro i loro figli (391 bambini).
Di questo gruppo fanno parte persone che, in Marocco, erano state perseguite e condannate per fatti di terrorismo e che, una volta scarcerate, sono espatriate per ricongiungersi alle unità combattenti di Daesh.