Trump va in Arabia Saudita e porta armi per 110 miliardi di dollari

Gli Sttai Uniti hanno venduto aerei, navi e bombe di precisione. Ma anche un sofisticato sistema radar anti-missile.

Trump in Arabia saudita

Trump in Arabia saudita

globalist 19 maggio 2017

Viva la guerra, viva le armi. Il miliardario non vuole limiti, tanto da aver tolto pure i flebili limiti messi dall'amministrazione Obama: aerei, navi e bombe di precisione. Ma anche un sofisticato sistema radar anti-missile. Il tutto per un totale di circa 110 miliardi di dollari. Il pacchetto è quello che Donald Trump si appresta a vendere all'Arabia Saudita, prima tappa del tour che in otto giorni lo porterà anche in Israele, Vaticano, e poi al vertice Nato di Bruxelles il 25 maggio e al G7 di Taormina il 26 e 27 maggio. Al fianco del presidente americano, oltre a tutti i suoi più stretti collaboratori, anche la first lady Melania e la figlia Ivanka. Con Riad non dovrebbero esserci problemi.
La 'lista della spesa' dei sauditi è stata consegnata nelle mani del genero del presidente americano, Jared Kushner, in occasione della visita a Washington di una delegazione saudita lo scorso primo maggio. E Kushner avrebbe alzato il telefono per contrattare il prezzo direttamente con la numero uno di Lockheed Martin, Marillyn Hewson. Una trattativa durata qualche ora e che ha portato alla chiusura dell'affare