Neymar: "non per soldi al Psg", ma per denaro litiga con l'ex club

Il brasiliano è pronto a presentare un ricorso alla Fifa per ottenere i 26 milioni previsti dal rinnovo di contratto firmato lo scorso anno

I contrasti del brasiliano Neymar con l'ex club: al centro della querelle 26 milioni di bonus non pagati

I contrasti del brasiliano Neymar con l'ex club: al centro della querelle 26 milioni di bonus non pagati

globalist 9 agosto 2017

Non per soldi, ma per affrontare nuove sfide: aveva commentato così Neymar il suo passaggio dal Barcellona al Psg, sancito da un ingaggio annuale di 30 milioni e reso possibile dal pagamento di una clausola rescissoria di oltre 220 milioni.


Adesso, in attesa dell'arrivo del transfer dal Barcellona che permetterà a Neymar di debuttare con la nuova maglia del Psg, l'attaccante brasiliano ha deciso, per soldi, di dichiarare guerra al suo ex club.


Secondo Globoesporte, Neymar è pronto a presentare un ricorso alla Fifa per ottenere i 26 milioni di bonus previsti dal rinnovo di contratto firmato lo scorso anno. Il club catalano sostiene che il bonus doveva essere pagato solo in caso di permanenza.


Intanto a Parigi cresce l'attesa per il debutto del brasiliano. A Guingamp, dove il Psg è giocherà domenica sera, sono arrivate oltre duecento richieste di accredito per la tribuna stampa da 80 posti, ma sembra che nemmeno domenica Neymar potrà scendere in campo.


L'acquisto di maglie va a gonfie vele e secondo Le Parisien, il Psg ha previsto di spedirle anche a Justin Bieber, Puff Daddy, Vin Diesel, Jamie Foxx, Drake, ma anche Lewis Hamilton, Floyd Mayweather, Kobe Bryant, Felipe Massa e Usain Bolt.