'Vattene fascista!': Giorgia Meloni contestata nella rossa Livorno

La leader di Fratelli d'Italia: 'aggressione contro di me'

Giorgia Meloni contestata

Giorgia Meloni contestata

globalist 13 febbraio 2018

Giorgia Meloni è stata pesantemente contestata a Livorno durante un appuntamento elettorale nel quartiere popolare di Sant'Andrea. Alcuni manifestanti, non del quartiere a quanto risulta, hanno intonato 'Bella Ciao' e cantato cori come 'Livorno è antifascista'. Esposto anche un cartello con scritto 'Livorno i fascisti non li vuole. Meloni vattene!'


Sono partiti anche sputi e lanci di bottigliette d'acqua ed è stato appeso anche un manifesto alla Fortezza Nuova, con scritto 'Livorno non ti vuole'.


La Meloni, protetta dalle forze dell'ordine, ha ripreso la contestazione con il cellulare dicendo 'Loro sono questi'.


"Vorrei sapere dalla Boldrini, da Grasso, Minniti, Fiano, Renzi chi e' qui l'intollerante, chi e' il problema" ha dichiarato la leader di Fratelli d'Italia in una diretta facebook: "questi sono gli stessi che prendono a calci i carabinieri a Piacenza".


La Meloni ha definito i contestatori come "figli di papà che non hanno bisogno di andare a lavorare", "noi però gli vogliamo bene lo stesso e tra tutte le maschere di carnevale abbiamo pure queste. Sono proprio carini, delle maschere, della gente di classe".


"Noi siamo felicissimi che questa gente ancora ci sia - ha aggiunto la leader Fdi -, un po' come quando guardi i documentari sulle guerre puniche. Fanno così perché hanno perso. Si vergognano di quello che sono, e vengono a fare le manifestazioni".

commenti