Berlusconi: il servizio civile obbligatorio sarebbe corvée medievale

Così il leader forzista commenta a distanza di giorni all'ipotesi ventilata dal ministro Piontti sul ritorno della leva obbligatoria.

Militari

Militari

Desk2 19 maggio 2017

A far parlare Berlusconi sul ritorno del servizio civile obbligatorio sono state proprio le parole della ministra della Difesa, Roberta Pinotti, a margine della sfilata degli Alpini a Treviso qualche giorno fa. Secondo lei "non è un dibattito obsoleto". Secondo Berlusconi sì. La ministra ha detto: "Sono favorevole alla obbligatorietà del servizio civile".


Parole a cui risponde il fondatore di Forza Italia a distanza di qualche giorno. 


"Per i giovani i nostri governi avevano fatto molte cose. Voglio però ricordarne una in particolare: noi abbiamo abolito il servizio di leva obbligatorio ed abbiamo così restituito a molti ragazzi italiani un anno di vita per lo studio e il lavoro, un anno di cui lo Stato prima si appropriava, un`ulteriore tassa imposta ai giovani, e pagata non in denaro, ma in tempo e in lavoro. Oggi incredibilmente il governo vorrebbe fare un passo indietro istituendo il servizio civile obbligatorio. Una sorta di corvée medievale, senza neppure la motivazione della difesa dei confini della patria. Un provvedimento da socialismo reale fuori tempo e fuori luogo". Lo afferma il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in un messaggio per la manifestazione "Orgoglio Azzurro".