Violenza sulle donne: per la prima volta risarcita la Onlus che ha aiutato la vittima

È uno dei primi casi in Italia: il giudice ha disposto un risarcimento per l'associazione che ha preso in carico la donna e si è costituita parte civile a processo.

Donna

Donna

Desk2 19 maggio 2017

Un provvedimento di buon senso: risarcire oltre la vittima anche chi, in quel momento difficile, quando non si ha più nulla e si fugge dal proprio uomo e dalla propria casa, accoglie la donna vittima di violenza.


"È stato un caso davvero difficile, pensavamo che questa donna non sarebbe riuscita a riprendersi dagli abusi subiti, invece ce l'ha fatta" Così Cinzia di Pilla, coordinatrice di E.va Onlus - ha commentato la sentenza che vede finalmente una donna libera da un incubo.


Il Tribunale di Busto Arsizio ha condannato a quattro anni e due mesi di reclusione per stalking, lesioni e maltrattamenti nei confronti della convivente un uomo di 35 anni residente in provincia di Varese. Contestualmente, uno dei primi casi in Italia, il giudice ha disposto un risarcimento di 1.000 euro per l'associazione E.va Onlus di Busto Arsizio che ha preso in carico la vittima (alla quale sono stati riconosciuti 10.000 euro) e si e' costituita parte civile a processo.


"La sentenza - continua la coordinatrice - è espressione dell'attento lavoro che la Procura di Busto Arsizio svolge sui casi di violenza, e della rete che ha attivato insieme a noi e alle forze di polizia".