Il video che ha fatto indignare il web: piccoli panda maltrattati da un allevatore

Sembra che l'uomo avesse riportato delle ferite alle mani e ai piedi a causa degli animali, ma «Non diventare volontario se poi non hai la pazienza».

panda

panda

globalist 29 luglio 2017

Un allevatore dovrebbe prendersi cura dei propri animali, ma non sempre lo fa. In Cina hanno presto fatto il giro del web le immagini di un allevatore di Chengdu che non tratta per niente bene un paio di piccoli panda, mentre tentano di uscire dalla gabbia.


Li tira, li spinge, li lancia senza cura, e sui social le persone si sono subito indignate.


«Mi manda in collera vedere questo! È un maltrattamento!», ha detto un utente sul social network cinese Weibo. «Non diventare volontario se poi non hai la pazienza», ha reagito un altro utente.


In un’intervista con il sito d’informazione cinese “The Paper”, il direttore del centro di allevamento di Chengdu ha giudicato il metodo dell’allevatore inappropriato, affermando che i panda devono essere trattati con dolcezza. Tuttavia, ha precisato che l’uomo ha riportato ferite alle mani e ai piedi causate dai panda. Ciò non compare nel video pubblicato su internet.


Secondo le stime, rimangono in libertà poco meno di 2000 di questi animali, dal pelo bianco e nero e dalle orecchie rotonde, in tre province del centro-sud della Cina.