Goletta Verde in Molise: inquinati due campioni su tre

Legambiente: “A fronte di una situazione di mancata depurazione sostanzialmente invariata rispetto al passato, chiediamo l’applicazione della Legge sugli Ecoreati in caso di scarichi illeciti”

Molise, Goletta Verde e i dati sull'inquinamento: compromessi due siti su tre

Molise, Goletta Verde e i dati sull'inquinamento: compromessi due siti su tre

globalist 28 luglio 2017Rinnovabili.it

Nessuna procedura d’infrazione pesa oggi sulle spalle del Molise, eppure le criticità a livello di foci e scarichi non mancano. Criticità storiche, ormai cronicizzatesi, che Goletta Verde di Legambiente riporta questi giorni sotto i riflettori. “Il nostro monitoraggio non vuole sostituirsi ai controlli ufficiali, ma punta a scovare le criticità ancora presenti nei sistemi depurativi regionali per porre rimedio all’inquinamento dei nostri mari – dichiara Stefano Ciafani, Portavoce di Goletta Verde – Il problema della cattiva depurazione affligge purtroppo tantissime zone dell’Italia, visto che nel nostro Paese circa il 25% delle acque di fognatura viene scaricato in mare, nei laghi e nei fiumi senza essere opportunamente depurato”.


Sui tre campionamenti eseguiti dai tecnici della campagna lungo le coste molisane, in corrispondenza delle foci di fiumi e nei pressi di scarichi di depuratori, due sono risultati fuori dai limiti di legge. E di questi, uno è stato classificato come “fortemente inquinato”.


I parametri indagati sono microbiologici (Enterococchi intestinali, Escherichia coli) e sono considerati come “inquinati” i risultati che superano i valori limite previsti dalla normativa sulle acque di balneazione vigente in Italia (Dlgs 116/2008 e decreto attuativo del 30 marzo 2010) e “fortemente inquinati” quelli che superano di più del doppio tali valori. 


Ed dalla mancata o cattiva depurazione che arriva anche il sei per cento dei rifiuti che popola le coste regionali. Di questa “spazzatura domestica” la maggior parte è costituita da cotton fioc: se ne trovano quasi 3 ogni 10 metri. Un problema che il Molise condivide però con il resto del Paese. In sole 46 spiagge lungo la penisola Legambiente ha trovato quasi 7mila cotton fioc (monitorate tra il 2016 e il 2017 con l’indagine Beach Litter), in pratica due bastoncini per le orecchie ogni passo tra la sabbia.


“I tecnici di Goletta Verde, durante il monitoraggio lungo le coste molisane effettuato in questi giorni – commenta Manuela Cardarelli, presidente Legambiente Molise – hanno trovato rifiuti da mancata depurazione alla foce del fiume Tecchio, a Petacciato. Rifiuti buttati nel WC e che hanno raggiunto mare e spiagge, anche a causa di criticità del sistema di depurazione. Prevenire è possibile e anche molto semplice: basterebbe evitare di usare i nostri WC come se fossero cestini della spazzatura”.