Il timore sul rialzo dei tassi affossa Wall Street, che trascina le borse asiatiche

Il Dow Jones perde oltre il 4 per cento; Tokyo il 2,32 per cento; Seul l'1,82 per cento.

Wall Street

Wall Street

globalist 9 febbraio 2018

Wall Street, per i timori sui tassi, chiude in forte ribasso, con l'indice Dow Jones che ha fatto segnato un arretramento di oltre il 4% (solo un po' meglio ha fatto S&P 500, con - 3,8%).
Sui mercati hanno pesato in particolare i timori legati al rialzo dei tassi, attese che accentuano la volatilità dei listini. E, in scia, le Borse asiatiche sono andate in profondo rosso . Tokyo ha chiuso in calo del 2,32%, Seul dell’1,82% e Sydney dello 0,9%. I listini più colpiti sono quelli cinesi con Shanghai che affonda del 4,95%, Hong Kong del 3,5% e Shenzhen del 3,3%. Al timore dei rialzi dei tassi Usa, con effetti sugli utili aziendali e sul potere d’acquisto, si è aggiunta la corsa del rendimento dei titoli di Stato americani, salito ai massimi da quattro anni, toccando un massimo 2,88%.
In Europa l’andamento degli indici, dopo il rialzo di mercoledì, si è rivelato subito al ribasso anche dopo le indicazioni pervenute dalla Bank of England, che ha deciso all’unanimità di lasciare invariato il costo del denaro allo 0,5% e ha confermato il programma di quantitative easing di 435 miliardi di sterline, ma ha avvertito che è possibile un rialzo dei tassi «più rapido di quanto anticipato in novembre e di quanto si aspettano gli investitori, al fine di ritornare a un’inflazione opportunamente calibrata.

commenti