L'economia americana perde posti di lavoro per la prima volta in sette anni

Per effetto delle emergenze create dal passaggio degli uragani Irma ed Harvey su Texas e Florida. il tasso di disoccupazione è diminuito e la crescita salariale ha accelerato.

I danni dell'uragano

I danni dell'uragano

globalist 7 ottobre 2017

L'economia statunitense, in settembre, per la prima volta in sette anni, ha perso dei posti di lavoro a causa degli uragani Harvey e Irma, anche se il tasso di disoccupazione è diminuito e la crescita salariale ha accelerato.
Nello scorso mese di settembre, si sono persi 33.000 posti di lavoro non legati all'agricoltura, soprattutto nel settore del turismo e degli alberghi, secondo le rilevazioni del Dipartimento del Lavoro, che ha attribuito tale calo agli uragani Harvey e Irma, che hanno devastato il Texas e la Florida.
In ogni caso, in agosto i nuoti posti di lavoro sono stati 169.000 rispetto ai 156.000 che erano stati stimati.
Nonostante la perdite di posti di lavoro in settembre, il tasso di disoccupazione è diminuito di due decimi di un punto percentuale rispetto al mese precedente ( 4,2%)..
Il salario orario medio è aumentato dello 0,5% a settembre dopo un incremento dello 0,2% di agosto.
Gli economisti stimano che sia necessario un aumento annuo del 3% annuo del salario orario medio per fare raggiungere l'obiettivo della Fed di una inflazione al 2 per cento.